Dieci consigli prima di partire per New York

New York è un luogo in cui tutto può succedere e ogni sogno si può realizzare. Se anche tu speri di trasferirti un giorno in questa splendida città, segui il nostro decalogo e preparati ad una nuova avventura.

1. Pensaci seriamente

Magari hai già visitato New York come turista, e sei rimasto travolto dall’energia che vi si respira. Ma è davvero la città più adatta a te?
Lascia scemare l’entusiasmo e pensaci seriamente. Un trasferimento oltreoceano è impegnativo, e ottenere un visto permanente non è un’impresa da poco. Ti troveresti dall’altra parte del globo rispetto ad amici e parenti, e saresti costretto a ricominciare tutto da capo.

Chiediti se è un passo che sei disposto a fare. E se la risposta è, allora tramuta la tua certezza in un piano d’azione.

2. Evita gli altri italiani

Trasferirsi in una città nuova fa sempre paura, e il tuo primo istinto appena arrivato sarà sicuramente quello di cercare comunità italiane. Cerca di evitare, anche se ti sentirai solo: sei in America per immergerti in un nuovo mondo, non per rimanere aggrappato alle tradizioni di casa. Sappiamo che nei primi tempi ti sentirai solo, ma ricorda che sei a New York per conoscere la cultura americana. Se volevi socializzare con altri italiani tanto valeva rimanere a casa, no?

3. Scegli bene il tuo volo

C’è un oceano di distanza tra noi e l’America, e i viaggi in aereo sono molto lunghi e costosi. Organizzati per tempo, acquistando il biglietto con mesi d’anticipo, e rifletti attentamente sul rapporto qualità/prezzo del volo. Vale davvero la pena di risparmiare pochi spiccioli per allungare il viaggio di ore ed ore?

Ricorda che appena arrivato a New York dovrai cercare occupazione e alloggio mentre combatti i sintomi del jet-lag. Cerca di viaggiare comodamente o arriverai a destinazione già distrutto.

4. Attento alla burocrazia!

Senza un visto hai diritto a stare negli USA fino a tre mesi; un periodo di tempo sufficiente a giudicare se la vita in America fa per te. Evita di rimanere per più di quanto ti è dovuto, o di fare “giochetti” strani come tornare in Italia alla scadenza del visto e ripartire per l’America dopo pochi giorni: le conseguenze possono essere molto gravi. Nel peggiore dei casi, rischieresti di non poter tornare mai più in America!

5. Prenditi cura di te stesso

Prima di partire, non dimenticare di farti un’assicurazione sanitaria di viaggio. Nel sistema sanitario americano ogni cosa ha un costo, e senza un’assicurazione rischi che non ti accolgano in ospedale in caso di problemi. Noi ovviamente speriamo che non ti accada nulla di male, ma sempre meglio essere previdenti.

Con la salute non si scherza mai.

6. Conosci la lingua

L’America è patria di migranti, e a New York sentirai parlare ogni genere di linguaggio. Questo però non ti esula dal conoscere l’inglese.

Per trovare lavoro e contatti è indispensabile conoscere bene la lingua. Se ti senti insicuro, ti proponiamo di iscrivirti ai corsi di lingua di Asei School che sono perfetti per chi vorrebbe trasferirsi all’estero: avrai la possibilità di migliorare le tue conoscenze anche tramite soggiorni studio proprio a New York; puoi trovare tutte le informazioni qui: https://www.aseischool.it/corsi/vacanzestudio/.

7. Trovati una casa

Presta attenzione quando stai cercando casa: New York è una meta ambita, e l’internet è pieno di finte agenzie e di annunci-truffa che mirano solo ad estorcere soldi ai nuovi arrivati come te. Non dare mai soldi in anticipo finché non hai visto la casa, e leggi ogni contratto con attenzione.

Gli affitti a New York sono sempre piuttosto alti; prova a cercare casa nelle zone limitrofe alla linea grigia L, leggermente più economiche ma sempre vicine al centro città.

8. Fatti dei contatti

Noi italiani siamo abituati ad associare la parola “contatti” a “raccomandazioni”, ma a New York non sarà così: la società americana è molto meritocratica, ma affinché le persone riconoscano i tuoi meriti è importante che ti conoscano di persona.

Cerca di uscire il più possibile, partecipa a feste, eventi e fai amicizia con persone nel tuo stesso campo lavorativo. Preparati un curriculum professionale, biglietti da visita e un portfolio online da mostrare all’occorrenza.

Vietato essere timidi!

9. Sii onesto sul lavoro

Gli americani sono persone molto amanti delle regole, e anche un singolo minuto di ritardo al mattino può metterti in cattiva luce col capo. Sii sempre estremamente professionale, e ricordati che difficilmente le persone daranno un valore ai risultati da te raggiunti fin’ora. Preparati a ripartire da zero e a fare la gavetta nel tuo campo anche dopo anni di esperienza in Italia; se lavorerai con impegno, riuscirai facilmente a ricostruire la tua carriera in poco tempo – per poi volare sempre più in alto.

Evita se possibile di lavorare con altri italiani, e soprattutto, di accettare lavori in nero: rischi solo di metterti nei guai con le autorità.
Non sei venuto a New York per fare il lavapiatti sottopagato!

10. Lasciati trascinare!

Dimenticati il tuo paese e immergiti totalmente nella cultura del posto. Scopri nuovi luoghi, nuovi sapori e nuovi modi di vivere. Lasciati abbracciare da New York, e questa città sconosciuta diventerà presto la tua nuova casa.

Lascia il tuo messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Asei school srl
C.so Unione Sovietica, 113 - 10134 Torino
P.IVA IT11124810018 Informativa sulla privacy

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Informazioni aggiuntive

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi